La scelta di allattare al seno o meno è e rimane, salvo complicazioni, una scelta personale, ma come tale, deve essere una scelta consapevole; siamo convinti però che solo una mamma informata e motivata, può fare la scelta giusta.

Quindi iniziamo dicendo che...

Allattare al seno è un gesto d'amore che rafforza il legame tra mamma e bimbo.

Il latte della mamma è un alimento unico per il neonato: come in gravidanza, attraverso l'allattamento, la mamma nutre e protegge il proprio piccolo; inoltre il latte che produce è inimitabile per la sua composizione specifica che risponde in modo ideale alle esigenze complessive del neonato. É il risultato di un perfetto equilibrio tra vari elementi nutritivi ed è ricco di molteplici sostanze ad azione biologica che hanno moltissimi effetti positivi quali:

-aiuto alla digestione;

-rafforzamento del sistema immunitario in modo permanente con conseguente allontanamento di malattie ed infezioni;

-maturazione del sistema nervoso e degli altri organi;

-stimolazione della produzione di sangue.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l'allattamento materno esclusivo fino a 6 mesi di vita del bambino, (per esclusivo si intende senza aggiunta di altri liquidi come latte artificiale, camomilla, tisane) mantenendo il latte materno come alimento principale fino al primo anno di vita, pur introducendo gradualmente altri cibi complementari. Suggerisce inoltre di proseguire l'allattamento fino ed oltre i due anni di vita se il bambino si manifesta interessato e se la mamma lo desidera.

Per avviare una buona produzione di latte è importante allattare spesso e su richiesta, ovvero ogni volta che il piccolo lo reclama. L'allattamento non ha orari, la maggior parte dei bambini sono in grado, basandosi sulla loro fame, di succhiare più o meno spesso e più o meno a lungo per ogni singola poppata.

Oltre ai vantaggi per il bebè, la ricerca ha dimostrato che allattare al seno porta anche importanti benefici per la mamma, quali:

-riduzione del rischio di tumore al seno e alle ovaie;

-rafforzamento dell'apparato scheletrico e riduzione del rischio di osteoporosi;

-aiuto per la perdita del peso accumulato durante la gravidanza;

-aumento del risparmio familiare visto che è pratico e gratuito.

Ricordiamoci quindi che allattare al seno rappresenta il miglior modo per nutrire e proteggere il proprio bambino!


Fonti: Quando nasce un bambino – Ministero della salute; Allattamento materno – Ministero della Salute.

comments powered by Disqus