Che fare allora per affrontare questo problema?

Prima di tutto ci piace ricordare che sono i genitori stessi a doversi mettere in ascolto dei bambini; quest'ultimi, sentendosi ascoltati, impareranno a loro volta ad ascoltare. Dare l’esempio è la prima regola dell’apprendimento!

Elenchiamo di seguito alcuni consigli per stimolare all'ascolto ed aumentare la concentrazione dei nostri piccoli in età prescolare.

Assicurare al bambino l'adeguata parte di sonno notturno o eventualmente pomeridiano, rispettando le esigenze di ogni bambino.

Evitare l'inquinamento acustico: cercare di creare, per i bambini, un ambiente privo di frastuoni, rumori o suoni di sottofondo. In un ambiente quotidianamente rumoroso l'orecchio del bambino si abitua ad ogni tipo di rumore circostante e l’attitudine ad ignorare i suoni che lo circondano diventa la normalità.

Limitare il tempo davanti alla TV

Educare al silenzio: Insegnare al bimbo ad apprezzare il silenzio, evitando di forzare il bimbo a stare zitto a comando ma piuttosto esercitandosi insieme a non emettere suoni vocali o rumori con i movimenti per ascoltare cosa avviene attorno a noi. Permettere ai bambini di fare delle pause nelle loro giornate stando in silenzio è un esercizio che abitua l’orecchio a uno stato di quiete.

Educare all'attesa: Evitare di rispondere immediatamente alle richieste dei piccoli, ma insegnare loro ad aspettare: saper aspettare, consente di riuscire a mantenere l’attenzione focalizzata su qualcosa.

Proporre un giocattolo alla volta: non riempire la stanza di giochi, quando il bambino si stufa di un gioco è meglio evitare di dargliene subito un altro in alternativa, ma lasciargli il primo in modo da permettergli di scoprire o inventare altri utilizzi del medesimo giocattolo.

Stimolare l'interesse verso la musica o la danza: anche fatta solo per gioco, il fattore “ritmo” conferisce regolarità all’organizzazione mentale.

Stare con i nonni: Fare in modo che i bambini trascorrano del tempo con i nonni, perché le persone anziane hanno ritmi più lenti, non frenetici.

comments powered by Disqus