I bambini adorano stare fuori, sia che si tratti di giardino, terrazza o parco non importa, l'importante è correre e giocare spensierati all'aria aperta.

Allora scateniamo la fantasia e i nostri ricordi per farli divertire veramente:

La corsa con i sacchi: un gioco classico ma da sempre amato da tutti. Per farlo occorre procurarsi dei sacchi di juta (o materiale resistente) e tanto spazio.

Una volta segnato il percorso da effettuare, date il via alla corsa...il divertimento è assicurato!

Ruba la molletta: un semplice gioco molto avvincente! Prendere un gesso, disegnare per terra un cerchio che delineerà il “campo di gioco”, formare delle coppie e dare a ciascun giocatore 3-4 mollette che potrà attaccare ai propri vestiti dove preferisce. Al via, lo sfidante dovrà cercare di impadronirsi delle mollette del compagno senza toccarlo e senza uscire dallo spazio delineato. Il tutto deve avvenire entro un tempo limite, circa 1-2 minuti, e poi fare cambiare i ruoli.

Che ora è lupo?

Perfetto per un bel gruppo di amichetti, un gioco molto divertente e animato che coniuga movimenti, riflessi ed attenzione. Come prima cosa occorre nominare “un lupo”, il prescelto volterà le spalle agli altri partecipanti che si posizioneranno in una zona delineata da una linea: la “zona salva”. Al via i bambini fanno un passo avanti e iniziano a chiedere al lupo:“che ora è lupo caro?”; il lupo potrà dire un'ora tra l'una e le 12: se dichiara che sono le 6 i bambini dovranno fare 6 passi verso di lui. A sorpresa il lupo però potrà rispondere: “È ora di cena!” girarsi e tentar di acchiappare il bambino più vicino a lui. I bambini per mettersi in salvo dovranno correre verso la zona delineata. Chi viene catturato, invece, si trasformerà nel prossimo lupo.

Corri che la patata scotta: una bella corsa che stimola la coordinazione e la velocità.

Formare due squadre e dare ad ogni bambino una patata cruda ed un cucchiaio che la contenga. Definire una linea di partenza e un traguardo: al via, ogni squadra dovrà correre reggendo il cucchiaio con la patata senza farla cadere. Se questa cade, il bambino responsabile dovrà tornare indietro e ripartire dall'inizio. Per rendere più divertente il gioco, fissare un limite di tempo.

comments powered by Disqus