Aria condizionata, prolungati bagni in acque non pulite e colpi d'aria espongono l'orecchio dei più piccoli, particolarmente delicato e complesso, al rischio di contrarre questi particolari disturbi.

L'otite è un'infezione molto fastidiosa e dolorosa per i bambini che coinvolge il condotto uditivo esterno. Questa patologia può essere causata dal ristagno d'acqua all'interno dell'orecchio e provocare un'alterazione del pH, con il conseguente sviluppo e proliferazione di batteri.

Il primo sintomo da tenere in considerazione è sicuramente il dolore locale, che può essere maggiore se si esercita una pressione nella zona soggetta.

Prevenire è meglio che curare

Per prevenire l'otite e preservare le vacanze estive, è possibile seguire delle piccole accortezze, andiamo a scoprirle insieme:

-evitare che il bambino trascorra in acqua troppo tempo;

-asciugargli accuratamente le orecchie con un asciugamano quando esce dal mare o dalla piscina;

-evitare di utilizzare i bastoncini per la pulizia quotidiana, in quanto possono provocare lesioni alla cute trasformandosi in via d'accesso per i batteri;

-non utilizzare bagnoschiuma o shampoo per la pulizia dell'orecchio;

-tenere pulito il nasino dei bambini: mantenere libere e pulite le vie respiratorie risulta essere fondamentale specialmente per i bambini più piccoli che ovviamente non riescono a farlo da soli. I pediatri perciò consigliano di rimuovere le secrezioni nasali affidandosi a prodotti specifici che favoriscono una blanda aspirazione e magari, offrono la possibilità di fare sia il lavaggio nasale sia l’aspirazione.

-Controllare, quando possibile, che l'acqua del bagnetto sia pulita.

comments powered by Disqus