Il sole fa bene ai nostri bambini e li aiuta nella crescita fisica: tramite i suoi raggi, stimola la produzione di Vitamina D, una preziosissima vitamina che contribuisce allo sviluppo armonico delle ossa. Ma non solo, il sole può aiutare a combattere dermatiti, è terapeutico per la psoriasi e migliora l'umore. È importante comunque ricordarsi che l'esposizione al sole del bambino deve essere controllata, limitata e protetta.

La pelle dei bambini è particolarmente sensibile e delicata, ha poche difese e produce meno melanina. Rispetto a quella degli adulti quindi, è facilmente soggetta ad irritazioni e scottature. É per questo che la pelle dei bambini richiede delle attenzioni specifiche, seguire costantemente delle regole precise è fondamentale per preservare la loro salute.

Vediamo insieme delle buone abitudini per far prendere ai nostri bambini il sole in maniera corretta.

  • -Riparare dal sole quanto più possibile neonati e bambini piccoli fino ad un anno di età; è sempre meglio evitare l'esposizione diretta al sole, sia al mare che in montagna.

  • -Evitare l'esposizione nelle ore centrali della giornata, cioè tra le 11 del mattino e le 17.

  • -Meglio evitare completamente l'esposizione al sole per bambini con capelli rossi e pelle molto chiara.

  • -Utilizzare sempre un filtro solare ad alta protezione, più alto è il fattore di protezione più alta è la garanzia offerta.

  • -Ogni 2-3 ore rinnovare costantemente l'applicazione della crema protettiva.

  • -Non utilizzare prodotti potenzialmente fotosensibilizzanti come farmaci, cosmetici, profumi (prometazina, tintura di bergamotto, profumi ed essenze varie)

  • -Aumentare progressivamente la durata dell'esposizione (di 15-30 minuti al giorno).

  • -Usare cappellino e occhiali solari.

  • -Non far mai dormire il bambino sotto il sole, il rischio di colpi di sole è altissimo.

  • -Far bere ai bambini molta acqua, considerando che l'azione del sole tende a disidratare.

  • -Non considerare l'ombrellone o il bagno in acqua come una protezione efficace.

  • -Dopo ogni bagno o doccia, applicare di nuovo la crema protettiva.

Ricordatevi che il momento migliore per andare al mare con i nostri piccoli è sicuramente al mattino presto e, altra cosa importante, che tutti questi accorgimenti vanno seguiti anche nelle giornate nuvolose i raggi UVA infatti riescono anche in presenza di nuvole ad arrivare alla nostra pelle.

Fonte: https://www.skincancer.org/

comments powered by Disqus